Kameleon

Kameleon è un allestimento temporaneo per musei di arte moderna/contemporanea che, grazie ad una dose minima di realtà aumentata e con tecnologie di condivisione, permette di raccontare lo stato emozionale dei visitatori. L’arte provoca emozioni nel nostro corpo di cui a volte non siamo consapevoli, quindi perché non usare la tecnologia per rendere visibile ciò che noi proviamo guardando un’opera d’arte? Kamaleon è un percorso emozionale e condiviso che accompagna il visitatore in un viaggio immersivo verso le proprie emozioni/sensazioni e quelle degli altri.
Insieme al biglietto di ingresso viene consegnato al visitatore un rilevatore di pulsazioni cardiache che lo accompagnerà per tutto il percorso; successivamente un video di spiegazione lo invita a sedersi e ad impugnare correttamente il rilevatore per un primo rilevamento del battito cardiaco a riposo. Terminato il video ha inizio la visita, il battito cardiaco del visitatore viene misurato durante la visione delle opere d’arte e tramutato in colore in base alla variazione del battito rispetto al valore a riposo. Se le opere d’arte suscitano forti emozioni la variazione del battito è notevole e il colore del rilevatore assumerà una tonalità rossa, viceversa se la variazione è minima il colore diventerà di una tonalità blu.
I “colori dei battiti cardiaci” dei vari visitatori sono raccolti in un totem che si trova vicino ad alcune opere.
Altra funzione del totem è quella di registrare i commenti dei visitatori riguardo le opere che stanno osservando; questi commenti possono poi essere ascoltati nelle due campane d’ascolto poste all’interno della sala. Le campane d’ascolto sono composte da una calotta trasparente che permette di vedere le opere circostanti e da webcam, poste sul bordo della campana che permettono di tracciare la direzione dello sguardo dell’utente. Il visitatore all’interno della campana ha la possibilità, guardando l’opera, sia di ascoltare un continuo brusio di commenti degli altri visitatori sia di vedere il colore emozionale dell’opera osservata. Il colore è reso da una striscia led posta sul bordo della calotta che riflette il colore sul policarbonato. I commenti ascoltati all’interno della campana d’ascolto sono quelli registrati dai visitatori e quelli generati tramite sintetizzazione vocale degli “hashtag” sui social. I commenti non vengono selezionati, per cui è possibile sia ascoltare commenti che non interessano, sia commenti che possono esserci d’aiuto a capire un’opera non compresa oppure a  farci cambiare idea.
Terminata la visita, il visitatore può vedere su un tavolo interattivo le tre opere che lo hanno “emozionato” di più e tramite QRcode ha la possibilità, con smartphone o tablet, di portare con sé la propria esperienza e condividerla sul proprio social network preferito.
Il museo ha sul proprio sito una parte dedicata a Kameleon, che rende visibile l’esperienza complessiva a tutto il pubblico virtuale del museo: sia per i futuri visitatori sia per chi volesse soltanto curiosare. Un’opportunità anche per il museo di poter essere “social”.

 

Kameleon is a temporary exhibition for modern / contemporary art museums. Thanks to a minimum dose of augmented reality and sharing technologies, it allows to tell the emotional state of the visitors. Art causes emotions in our body and sometimes we are not aware of that… So, why not make visible what we feel while looking at an artwork? Kamaleon is an emotional and shared journey that accompanies the visitor through an immersive journey towards their own emotions and other people’s feelings.

With the entrance ticket, the visitor receives a cardiac pulse detector that will accompany him throughout the journey. A video explains the emotional journey to the visitor. After the video the tour begins and the visitor’s heartbeat is measured during the viewing of the artwork and turned into color. If the artwork provokes strong emotions the variation of the beat is remarkable and the color of the detector will be red, whereas if the variation is minimal the color will be blue.

The “colors of the heartbeats” of the various visitors are collected in a totem that is near some of the artworks. Another function of the totem is to record visitors’ comments on artwork; the visitor can listen to the comments in the two listening bells in the hall. The listening bells are composed of a transparent cap from which the visitor can see the artworks around and also from webcams that trace the direction of the user’s look. In the listening bell the visitor can look at the artworks, listen to the comments of the other visitors and watch the emotional color of the artwork. The color is made by a led strip placed on the edge of the shell that reflects the color on the polycarbonate. The comments heard by the visitor inside the listening bell are those recorded by visitors and those generated by voice synthesis of “hashtags” on social networks.

After the visit, the visitor can see the three works that have “excited” him more on an interactive table and using a smartphone or tablet through a QRcode he can take his own experience with him and share it on his favorite social network. The museum has a section dedicated to Kameleon on its website and that makes visible the overall experience to all the museum’s virtual audience.

 

Data_2016

Materiali_Tpu, polipropilene, policarbonato, hips, alluminio, nylon

Tecnologie_Arduino, sensori, tecnologia beacon, webcam, wi-fi, led, micromotore, batterie, speaker